Svista


2015, fotografia analogica b/n, stampa digitale su carta, disegno a matita, 1 foto/disegno, cm 30x20, tiratura 1/1

La deriva è una possibilità di viaggio.
"Svista" fa parte di “Posto nuovo”, un progetto iniziato nel 2011 e sviluppato in diverse narrazioni, in cui si inserisce il disegno che aggiunge elementi allo scatto originale. Il confine tra stampa e disegno diventa labile e celebra l’aderenza tra reale e immaginato, tra paesaggio esterno e interno.

scarica il progetto completo "Posto nuovo" (16 mb)

Mercedes Auteri, sulla rivista “Incontri”, Catania, 2015:
(...) Ne Latienda di Tribeart, Roberta Baldaro (Catania, 1975) espone un’opera della serie Posto nuovo, immagini fotografiche su cui interviene con il disegno a matita. Conciliando le due tecniche, fotografica e pittorica, crea uno spazio altro, modificato. In Svista il soggetto è di spalle, guarda il fiume e sogna una barca, disegno–tatuaggio, che diventa la protagonista del ritratto [8]. Tutto l’insieme, figura, ambiente circostante e intervento a matita su stampa digitale, perso ormai ogni riferimento alla verosimiglianza o all’importanza del riconoscimento dell’uomo sotto al cappello, racconta la storia di un viaggio che sta per cominciare nel momento in cui si è immaginato di farlo.

Mercedes Auteri, in catalogo “Litinerario”, Catania, 2015:
(...) la pace fatta tra disegno e fotografia nell’opera cristallina di Roberta Baldaro (...)